07222018Dom
Last updateSab, 21 Lug 2018 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

L'intervento

Marcotulli, Fdi: "Sindaco, sull'erosione ti aiutiamo noi. Servono barriere emerse"

marcotulli

*Le mareggiate di questi giorni ci pongono davanti agli occhi uno scenario già visto, che purtroppo non sorprende più. Si fa la conta dei danni e per l'ennesima volta ci rendiamo conto dell'inadeguatezza delle misure messe in campo. Risulta evidente come gli appelli delle forze di minoranza ad investire tempestivamente il milione di euro promesso dalla regione Marche per il ripascimento di ghiaia e la protezione della costa, prima della scorsa stagione estiva, o comunque prima di una nuova invernata, fossero fondati. Ma è altrettanto evidente che questi sono interventi tampone, capaci nella migliore delle ipotesi di mitigare i problemi, non di risolverli.

Ciò che sta accadendo mostra di nuovo come un intervento strutturale di difesa del nostro lungomare non sia più rinviabile, nè sostituibile con dei palliativi. Servono risorse ingenti, serve un progetto serio e di medio lungo periodo. Qualcuno dirà che sono solo parole. Ebbene, noi vogliamo dare un peso a queste parole.

Il comune non può affrontare da solo un investimento del genere. Riteniamo che non sia il momento di polemizzare, ma di far sentire la voce coesa di una città, al di là dell'appartenenza politica. Se il sindaco non ha la forza per trovare il sostegno politico del suo partito, che governa la Regione, per un investimento forte e strutturale di difesa della costa, noi siamo pronti a fare la nostra parte, muovendoci con i nostri rappresentanti in Consiglio regionale ed in tutte le sedi affinché l'Amministrazione comunale non sia sola in questo impegno.

Ci stiamo giocando il futuro di Porto Sant'Elpidio, di un settore importante come quello balneare, con risvolti decisivi sul commercio ed il turismo della città. Al sindaco Franchellucci diciamo che saremo al suo fianco se intenderà coinvolgerci in una battaglia per ottenere dalla Regione ciò che non è più procrastinabile. Sappiamo che gli errori sono a monte, che il lungomare Faleriense è stato costruito in una posizione errata ed insidiosa. Sappiamo anche che oggi non è possibile effettuare un arretramento, se non per una parte e che non c'è lo spazio per lo spostamento di tutte le concessioni balneari a rischio.

La strada è solo quella della realizzazione di barriere emerse a protezione del litorale, corredate da uno studio accurato che eviti di produrre ulteriori danni nelle porzioni di costa che non saranno protette da tali scogliere. Le risorse economiche si investano, da subito, per un progetto di questo tipo e non si sprechino ulteriori soldi per interventi che non possono produrre alcun risultato tangibile. Noi siamo pronti ad accompagnare il sindaco in questo percorso. Gli chiediamo di non isolarsi, di non considerare il suo partito come il centro del mondo, ma di capire che qui c'è una città da difendere e che dobbiamo farlo tutti insieme. Non ci interessa la paternità di chi raggiungerà questo obiettivo, ci interessa che Porto Sant'Elpidio e la sua costa abbiano un futuro.

*Giorgio Marcotulli, Fratelli d’Italia

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Crolla il tetto su una classe dell'Iti Montani: vigili del fuoco in azione

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.