09172019Mar
Last updateMar, 17 Set 2019 5am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

L'intervento

Mercoledì in erba! Chi semina bene raccoglie benessere

fermani chiara 3

* Indovinello: fanno benissimo, ce ne sono di moltissimi tipi e gli specialisti li consigliano nella nostra dieta quotidiana, ma noi non sappiamo mai quali scegliere e come usarli in cucina. Alcuni di loro sono anche molto calorici, ma sono delle piccole grandi fonti di sali minerali, vitamine, specie del gruppo B, proteine, grassi buoni, fibre e placano la fame. Avete capito cosa sono?

Sto parlando dei semi oleosi. Nella rubrica di oggi ne scopriremo meglio tre, tra i più benefici e facili da usare: i semi di Sesamo, i semi di Lino e i più in voga semi di Chia.

SESAMO: tanto piccoli quanto energetici, i semi della pianta Sesamum indicu sono ricchissimi di calcio e per questo tra i più indicati nella prevenzione dell’osteoporosi e per rafforzare e proteggere tutto il sistema osseo, specie per chi ha una dieta povera di latticini. Sono ricchi di zinco e selenio, dal potere antiossidante, e sono una fonte naturale di omega 3 e 6, utili a proteggere il sistema cardiocircolatorio. Si possono facilmente utilizzare negli impasti, nelle insalate, nel muesli e nelle panature di carne, pesce o verdure.

LINO: nella cosmesi sono molto utilizzati per la cura dei capelli, sono ottimi per ristrutturare e nutrire a fondo la nostra chioma. Nella fitoterapia, la pianta del Linum usitatissimum, si utilizza nella cura della stipsi, soprattutto per il suo alto contenuto di mucillagini dal potere lassativo. Ma lassativo non è proprio la parola adatta in quanto i semi di lino, regolano la motilità intestinale e puliscono l’intestino in modo delicato e senza irritarlo. Come altri semi, sono ricchi di minerali e acidi grassi essenziali. I semi di lino sono insapori, quindi poco apprezzati in cucina, ma molto per il loro potere curativo. Per godere a pieno di tutte le proprietà dei semi di lino è bene triturarli prima dell’utilizzo, se invece si utilizzano per la stipsi è bene lasciarli interi e in ammollo (un cucchiaino in un bicchiere d’acqua), una notte intera. Al mattino potete, filtrare i semi e bere l’acqua che nel frattempo è diventata leggermente gelatinosa grazie alle mucillagini.

CHIA: tutti li vogliono, tutti ne parlano! I semi di Chia, o Salvia Hispanica, sono un vero e proprio superfood e nonostante la loro piccolissima taglia, contengono un’elevatissima quantità di calcio, quasi cinque volte più del latte, ma anche tanta vitamina C, fibre, omega 3 e omega 6. In più sono molto utili a chi segue un regime alimentare controllato perché hanno potere saziante, assorbono liquidi e zuccheri e danno energia. In cucina si possono aggiungere agli impasti, nelle insalate, nello yogurt, nei frullati, ma anche per rendere più dense e salutari zuppe e vellutate. 

Erboristeria Il Filo d'Erba, Via San Filippo, 45, 63832 Magliano di Tenna

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.