09212019Sab
Last updateSab, 21 Set 2019 11am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

L'intervento

La meraviglia del Gams apre le porte di Castel Clementino

Gams 1

Ci siamo, è il giorno del Palio. Servigliano ci arriva dopo aver visto piazza Roma sold out per la serata G. A. M. S., appuntamento di rito del cartellone del Torneo Cavalleresco di Castel Clementino di Servigliano. La Compagnia Alfieri e musici storici ha presentato il nuovo show ‘Commedia: l'amor che move il Sole e l’altre Stelle’. Un felice connubio di teatro e musica raccontato attraverso la nobile arte del volteggio della bandiera. La performance è una rivisitazione dell’opera letteraria più famosa di tutti i tempi, la Divina commedia di Dante Alighieri.

«Da 25 anni portiamo nelle piazze di tutto il mondo la storia del Torneo, il nome della campagna echeggia dall’Inghilterra all’America – esordisce il presidente Luca Mercuri -. Raccontiamo una tradizione millenaria, una passione, la fatica di un gruppo che lavora sodo ma sempre collaborativo. Siamo una grande famiglia». Ad assistere alla serata, come ospiti d’onore, le istituzioni locali fra cui il prefetto, il sindaco Rotoni, il presidente dell’ente Marinozzi, il vicesindaco e presidente di Marca Fermana Stefano Pompozzi e Giuseppe Barolo, presidente FIGS (federazione italiana giochi storici).

Ad introdurre la performance dei alfieri, il gruppo musici: 13 abili tamburini hanno affascinato il pubblico con la loro abilità proponendo un perfetto mix di musica e coreografie.

Subito in Piazza, fra mille giochi di luce e fuochi pirotecnici, gli sbandieratori della compagnia G. A. M. S. Lo show è stato impreziosito dalle voci di Vincenzo di Bonaventura nella doppia veste di Dante e Virgilio, e di Moira Beleggia nei panni della lussuriosa Francesca. Special guest la cantante Arianna Talè.

Sonorità d’effetto e magistrali fluttuazioni di bandiere, aprono il primo dei 9 atti dedicato alla discesa negli inferi. Dante e perduto nella selva e si trova difronte le tre fiere che gli sbarrano la strada. Ma sopraggiunge Virgilio che, in qualità di guida, lo conduce nel regno dell’oltre tomba. Qui, durante il secondo atto, si ammassano le anime dannate trasportate da Caronte fino a giungere al cospetto del minaccioso Minosse (atto III) che designa pena e condanna eterna in base ai peccati commessi in vita. Le musiche si fanno delicate ed entrano in scena due giovani mano nella mano: sono Paolo e Francesca, avvinti per l’eternità nel turbine della lussuria e indissolubilmente uniti da un grande tanto quanto straziante amore.

Fuochi, fiaccole, effetti pirotecnici e sonorità inquietanti, trasportano lo spettatore nella città infernale di Dite abitata da demoni e avvolta dalle fiamme. Si prosegue con la narrazione teatrale del canto XIII, dove, nella selva dei suicidi, le anime prendono vita svincolandosi dalla prigione degli alberi. Chiude l’esperienza negli inferi, l’incontro fra Dante e Odisseo: l’antico eroe omerico simbolo di virtù e conoscenza. Il VII e l’VIII sono dedicati al purgatorio: qui, anime vestite di bianco ed altre di nero, espiano i peccati commessi fino all’ascesa in Paradiso. Nel regno delle schiere angeliche, a cui è dedicato il IX e ultimo atto, Dante è accompagnato dalla bella Beatrice (interpretata da Rachele Traini). La donna che ha tanto amato in vita, lo prende per mano e lo conduce alla visione di Dio: un trionfo di luce, fuochi d’artificio e drappi color argento.

Una performance di altissimo livello, più di un’ora di spettacolo senza interruzioni, Emozioni e suggestione in una delle cornici più belle d’Italia. Questo è la compagnia Gams, questo è il Torneo Cavalleresco, questa è Servigliano. La standing ovation del pubblico è l’applauso scrosciante erano quasi d’obbligo.

Per info, Info: www.torneocavalleresco.it

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.