09222019Dom
Last updateSab, 21 Set 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

L'intervento

Tano Massucci: "Nuovo ospedale di Fermo: più qualità e meno posti"

* Fermo sta perdendo i pezzi in ambito sanitario. Da tempo i posti letto   sono in percentuale notevolmente inferiore alla media regionale e diversi primariati sono stati soppressi in un assordante silenzio della politica, seguiti, fino ad oggi, dalla chiusura di diversi presidi ospedalieri. Ormai, sia a livello nazionale sia regionale si sta mettendo in atto tutta una serie di riforme che puntano al potenziamento della sanità territoriale, come luogo e tempo per ottimizzare pre e post ospedalizzazione e per far sì che gli ospedali possano diventare più efficienti e rapidi nel trattamento della sola acuzie.

La caratteristica essenziale della nuova sanità, e quindi di un nuovo ospedale, non dovrà essere la sua grandezza, ma la sua efficienza. Il Murri, nonostante i continui ritocchi, non potrà mai diventare un ospedale moderno anche se si è sempre cercato di superate con aumenti di spazi difficoltà di efficienza spesso collegata a problemi di personale (sottodimensionamento, turn over, ecc.) e di collocazione logistica.

Anche se il numero dei posti letto previsti per il nuovo ospedale di Campiglione può sembrare in assoluto insufficiente dobbiamo riconoscere che se non avessimo ottenuto quello che ormai è un finanziamento certo probabilmente altri territori avrebbero intercettato i fondi, lasciandoci anche questa volta, come territorio fermano, a bocca asciutta. Voler ridiscutere oggi la progettualità ormai esecutiva, e qui l'aspetto rischioso di certe osservazioni, potrebbe mettere a repentaglio una opportunità che nel fermano è senza dubbio di grande valore.

* dottor Gaetano Massucci, Il Centro

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.