02202019Mer
Last updateMer, 20 Feb 2019 2pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

L'intervento

Serena: Irap, Imu e Tasi, il Governo colpisce i proprietari di immobili

sandro2 foto

Nella legge finanziaria per il 2019 che il Parlamento si appresta ad introdurre non c'è traccia della norma che vietava alle regioni ed ai comuni di deliberare aumenti dei tributi nonché delle addizionali ad essi attribuiti con legge dello Stato.

Da un primo calcolo, svolto dagli esperti contabili del centro studi dell'Asppi, si quantifica in un miliardo di euro la somma che potrebbe essere caricata sulle spalle dei proprietari di beni immobili a seguito dei possibili rincari dell'Irap, delle imposte Imu e Tasi e delle addizionali Irpef.

Proprio una bella sorpresa proveniente dal governo del cambiamento, dal quale ci saremmo aspettati una ulteriore riduzione del carico fiscale al momento gravante sugli immobili adibiti ad uso abitativo e ad uso diverso.

I componenti del governo sembrano non rendersi conto che così facendo si mette a rischio l'esistenza dei contratti a canone concordato, creati nel 1998 proprio sulla base di un patto molto chiaro: la sottoscrizione di contratti a canone inferiore a quello di mercato in cambio di agevolazioni fiscali di carattere anche locale.

L'appello che vogliamo lanciare ai comuni interessati è che essi non aumentino le aliquote proprio per questi immobili, altrimenti si potrebbe correre il rischio di spingere i proprietari a tornare a preferire i contratti a canone libero, con enormi ripercussioni negative sullo stato sociale di una parte considerevole della nostra comunità. “”

Sandro Serena, presidente Asppi regione Marche 

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Ponte di Rubbianello: cinque anni di nulla dopo il crollo

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.