08242019Sab
Last updateVen, 23 Ago 2019 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners
VTEM Banners

L'intervento

Punti prelievi ai privati, mozione a Fermo della Marrozzini

consfermo


* Non serviva di certo l’incontro tenutosi un mese fa in Provincia tra dirigenza Asur, Sindaci di questo territorio ed esponenti della Regione Marche, in occasione del confronto sul nuovo piano socio-sanitario regionale, per rendersi conto che nella classifica della gestione sanitaria regionale questa provincia è stabilmente in ultima posizione. Un unico ospedale ed un unico pronto soccorso per tutto il territorio (dopo che il terremoto ha comportato la chiusura di fatto dell’ospedale di Amandola), liste di attesa infinite, mancanza di un’emodinamica, mancanza di adeguati posti letto, etc., si va avanti con l’effetto placebo del nuovo, ad oggi solo promesso, ospedale di rete che è visibile solo in video su youtube, nonostante l’inaugurazione fosse prevista per la fine di questo mese.

Nel frattempo continua la progressiva erosione e sostituzione dell’offerta sanitaria pubblica con quella privata, convenzionata e non, come attestano i numerosi centri privati sorti nella nostra Provincia e che si occupano di diagnostica (RX, TAC, etc), servizi riabilitativi, servizi di cura alle persone anziane.

In questo contesto, la decisione della Direzione dell’Area Vasta 4 dell’ASUR delle Marche di concedere ad alcune aziende private la gestione dei punti prelievo per le analisi costituisce un grave ed ingiustificato precedente. Infatti non solo si spinge ulteriormente verso la privatizzazione dell’offerta sanitaria dei servizi ma lo si fa in settore che, viste le intuibili implicazioni sulla prevenzione, rappresenta un aspetto importante ed altamente qualificato della sanità pubblica di questo territorio.

Credo che non si possa veramente più far finta di nulla e che sia invece necessario invertire la rotta a tutela della presenza nel nostro territorio di servizi sanitari pubblici, qualitativamente e quantitativamente adeguati. Per questo abbiamo ritenuto necessario portare il dibattito nelle Istituzioni locali, quelle a contatto più diretto con i cittadini, affinché si adoperino con strumenti trasparenti, partecipati e di mobilitazione democratica, ed abbiamo presentato, già da qualche settimana, affinché venga discussa quanto prima in Consiglio Comunale, una mozione contro i processi di privatizzazione della sanità pubblica, condivisa e sottoscritta anche dai capigruppo Maria Giulia Torresi e Massimo Rossi, dal capogruppo Pasquale Zacheo e dal gruppo del Movimento 5 Stelle, con il capogruppo Mirko Temperini ed il consigliere Marco Mochi, che ringrazio.

La mozione impegna il Sindaco di Fermo, coerentemente al ruolo di comune capofila di questo territorio, a: “Convocare senza indugio l’Assemblea dei Sindaci della provincia di Fermo e la Direzione di Area vasta n. 4, al fine di svolgere una discussione, aperta ai cittadini, alle organizzazioni sindacali, alle associazioni, ai lavoratori, sulle decisioni assunte dall’Area Vasta n. 4, in merito ai punti del prelievo analisi; Chiedere alla Direzione dell’Area Vasta n.4 di fornire a detta Assemblea dei Sindaci e a questo Consiglio comunale una chiara rendicontazione delle spese sostenute per l’ammodernamento del Laboratorio Analisi dell’Ospedale “Murri”; la documentazione relativa alle Convenzioni con i soggetti privati, relativamente alle attività di prelievo ed analisi; tutto quanto possa dimostrare, in modo concreto e trasparente, l’eventuale convenienza finanziaria e gestionale, per detta Area Vasta, della gestione privata dei punti di prelievo; Inviare al Presidente della Giunta Regionale Dott. Ceriscioli la presente mozione, unitamente alla richiesta di avvio di una discussione immediata, in tutti i territori della Regione, sulla programmazione sanitaria delle Marche a partire dal Piano sanitario e sollecitare, al fine di una proficua discussione delle tematiche relative ai punti precedenti, il ritiro della Pdl della Regione Marche n. 145".

Considerato l’importanza del tema mi auguro di poter discutere la mozione quanto prima e che la stessa trovi la più ampia convergenza possibile in aula, affinché il Sindaco possa agire con un forte mandato politico a tutela degli interessi pubblici di questo territorio. Auspico anche che altri consiglieri interessino i rispettivi consigli comunali nella discussione di questa mozione che metto pertanto a disposizione.

Capogruppo Sonia Marrozzini – LEU

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Pettinari: la mafia si combatte con piccoli gesti

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.