09262017Mar
Last updateMar, 26 Set 2017 7pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Editoriali

Via Renzi, dentro Gentiloni: restano macerie e pesanti divisioni

Raffaele auricolari
stradaautomacerie

C’era una volta Matteo Renzi. L’uomo del ‘risolviamo tutto subito, quello che in tre, massimo sei mesi avrebbe ricostruito Amatrice e Arquata, quello del ‘non vi preoccupate facciamo tutto noi’, quello che aveva tagliato fuori i sindaci dalla gestione dell’emergenza, quello che ha ‘decapitato’ la protezione civile creando più dipartimenti e dividendo i poteri. Insomma, c’era il premier delle promesse in mezzo alle macerie.

Un anno dopo c’è Paolo Gentiloni, il premier che cammina con la testa rivolta verso il basso, sempre un po’ inclinata, senza il piglio del chief in commander toscano. È l’uomo del ‘stiamo facendo, ma se possiamo fare meglio ci proveremo’, è quello che non promette tempi ma alza le spalle di fronte alle parole dei terremotati che chiedono la propria casa entro 7 anni, è quello che ‘via le macerie, prima di tutto’ e che ha chiesto aiuto all’esercito.

Due modi diversi, e il secondo è un bel passo avanti, uniti da due sole cose: le macerie, che lì erano e lì sono rimaste, “anche se le strade sono state liberate” come ricorda il presidente della regione Marche Ceriscioli; la poca considerazione delle Istituzioni inferiori, in particolare per quella che in un momento come questo dovrebbe fare da cerniera: la Provincia.

E invece, i premier si alternano e le Province restano fuori dai giochi, oltre che povere. E con loro il problema delle scuole e, soprattutto, delle strade che da sempre sono il primo tassello per lo sviluppo della civiltà. Neppure invitati il presidente di Ascoli D’Erasmo e quella di Fermo Canigola alla visita tra le macerie, neppure mai chiamati. Niente. Meglio fare da soli, spingendo così ogni sindaco a combattere per se stesso, in una guerra tra poveri che invece insieme si condurrebbe meglio.

Altro che Mare-monti o Pedemontana. Dividi et impera dicevano i romani. Ma per conquistare gli avversari, non per far sviluppare casa propria.

* direttore www.laprovinciadifermo.com - presidente Cronisti Marche - @raffaelevitali - redazione@laprovinciadifermo.com - facebook/raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.