12182017Lun
Last updateLun, 18 Dic 2017 5pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Editoriali

Candidati, eccovi tre parole che un Sindaco deve conoscere e applicare

Raffaele auricolari

Cari candidati sindaci, tra tante promesse ci sono tre parole che dovete portare con voi dentro il comune, una volta eletti. Sono inserimento, integrazione e inclusione. Le prendo in prestito dalla convenzione Onu sui diritti della disabilità. Ma vedrete che non riguardano solo una piccola fetta della comunità. Tre parole che l’associazione ZeroGradini sta portando a conoscenza degli amministratori, trovando ogni tanto qualcuno sensibile, come accaduto fino a oggi a Porto San Giorgio o come sta accadendo a Fermo.

Inserimento significa non la creazione di ‘luoghi speciali’ per le persone con disabilità. Una concezione superata che aumenta la divisione e acuisce le differenze. Che poi, se vogliamo, è lo stesso per quando si parla di giovani e anziani. Servono città a “misura di”, non con “zone per”.

Integrazione significa non costringere qualcuno ad adattarsi, a creare le condizioni per far sì che tutti si sentano uguali. Adattarsi significa dover accettare le barriere architettoniche, come se facessero parte del vivere comune. Adattarsi significa ragionare con la propria testa senza tenere presente quella altrui. Significa creare ghetti per immigrati e non progetti di vera collaborazione.

Inclusione è la parola più complessa e meno compresa. È quella di cui parlano sempre i 5 Stelle, perché fa rima con partecipazione. Significa progettare partendo da una visione di ampio respiro, non limitata nel tempo. Significa fare marciapiedi senza scalini, significa evitare lottizzazione con mega palazzi o con pochi servizi, come è stata la Pedaso sulla Valdaso.

Tre parole sindaci, che potete riempire di contenuti partendo dai consigli di chi la città la guarda dal basso, muovendosi spesso sulle ruote di una carrozzina o dall’esclusione sociale. Vedrete che vi bastano per una buona amministrazione e che, se le fate studiare a uffici capaci, anche le nuove grandi opere verranno meglio.

direttore www.laprovinciadifermo.com - presidente Cronisti Marche - @raffaelevitali - redazione@laprovinciadifermo.com - facebook/raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fede, giovani e integrazione: i primi pensieri fermani di monsignor Pennacchio

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.