11222017Mer
Last updateMar, 21 Nov 2017 8pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Editoriali

Aggiungi un posto a tavola...ma a quale tavolo?

raffondinocolori

 L’illusione di un momento. Quello durato nel ricevere la convocazione del primo tavolo per lo Sviluppo provinciale. Un tavolo che riuniva tutti i soggetti produttivi e i primi livelli istituzionali. Un tavolo monco, che avrebbe a breve aperto le porte ai politici nazionali, ma che faceva ben sperare. Il Fermano sembrava aver capito: doveva parlare con una voce sola.

Poi, ecco la prima campana che suona in maniera diversa. Il nuovo presidente dei calzaturieri, il settore leader della Regione Marche, lancia gli stati generali. Con chi e come non è chiaro, ma sarebbe un altro momento di confronto. Che si andrà ad aggiungere ad altri stati generali, quelli chiesti prima di tutti dal centro studi Carducci, che al tavolo per lo Sviluppo non è stato inviato. Ma siccome non bastavano tre tavoli, ecco il quarto, che viene convocato da Montegranaro sotto le spoglie di un consiglio comunale aperto. Ma non è che un modo per essere protagonisti non avendo la sedia ai tavoli precedenti.

E siamo a quattro. E in ognuno manca qualcosa. Perché nel primo non c’erano i politici, ma nell’ultimo non c’è stato il dialogo. Un po’ perché la formula scelta è stata quella istituzionale con onorevoli e company chiamati a dire la loro prima di aver ascoltato chi i problemi li vive, i lavoratori. Un po’ perché i lavoratori si sono alzati lasciando il tavolo con un buco, dimostrando ancora una volta che si preferisce battagliare piuttosto patteggiare una soluzione.

Alla fine, resta il Fermano con la sua voce frammentata che si spera colga il senso del buono dalle parole del senatore Verducci: “Uniamoci e facciamo della crisi del calzaturiero una vertenza nazionale”. Perché se si riesce a dare dignità a manovie e tacchifici, insieme hanno più dipendenti della Fiat, il resto verrà da sé. Inclusa la chiusura di tavoli doppi. Perché si può sempre aggiungere un posto a tavola, ma almeno bisogna sapere a quale tavolo. 

LA RISPOSTA DI MELCHIORRI, CONFINDUSTRIA

 * direttore www.laprovinciadifermo.com - presidente Cronisti Marche - @raffaelevitali - redazione@laprovinciadifermo.com - facebook/raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Terremoto, un anno dopo ho i corpi davanti agli occhi

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.