06282017Mer
Last updateMar, 27 Giu 2017 6pm

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Editoriali

Il Fermano progetta, i milioni arrivano. E ora la partita turismo

raffondinocolori

* Incredibile ma vero, le amministrazioni locali hanno ricominciato a programmare. Gli uffici hanno tolto la polvere dai cassetti e messo nero su bianco linee e conti per provare a vincere bandi, partecipare a gare, intercettare fondi. E così nel giro di poche settimane sono arrivati milioni di euro che significheranno rilancio, ricostruzione, speranza. Sedici milioni in una settimana a Fermo, prima per cambiare volto a Lido San Tommaso e Tre Archi, poi altri otto per le scuole. Altri milioni per le scuole in Valtenna e presto anche in Valdete.

Ma ci sono anche i progetti, quelli che ora provano a convincere il Governo: si pensi al piano viabilità che il sindaco di Amandola, Adolfo Marinangeli, ha messo nelle mani di Errani e Spuri. Ovvero le bretelle che collegano la costa ai monti. A questo sarebbe bene abbinare piani di mobilità dolce, puntando sulle ciclabili che la Regione vuole finanziarie. Realtà in cui il Fermano è deficitario. Ma si progetta, pensiamo al percorso attorno alla Basilica imperiale di Santa Croce che si può collegare via fiume a Porto Sant’Elpidio. Basta solo dare mandato agli uffici tecnici. E che le imprese locali si tengano pronte, quello che parte è un treno da non perdere.

E poi c’è la programmazione turistica, quella che invece deve essere rimessa nelle mani di soggetti capaci. Il Fermano, rispetto agli altri territori, ha un vantaggio, o almeno si spera che sia tale: Marcafermana. Mentre altrove si lotta comune contro comune per prendere fondi finalizzati alla promozione, il Fermano può giocare al tavolo della Regione con una voce unica che unsice anche associazioni e privati.

Saprà usarla? I prossimi giorni diranno di più, perché i milioni di euro ci sono e il presidente Ceriscioli li vuole usare per ridare linfa all’immagine di una Regione che vuole essere altro rispetto al terremoto. Che c’è e nessuno lo dimenticherà, ma attorno alle macerie va riportata la vita. Marcafermana ha una chance importante, progettare per il territorio e non per il singolo.

Un po’ quello che è accaduto con il nuovo ospedale, che nasce a Fermo, ma in realtà porterà milioni a tutta la provincia, un po’ quello che è accaduto con NeroGiardini, l’imprenditore più bravo dei politici che ha investito i suoi soldi per fare business ma anche per ridare senso a una zona che stava deprimendo tutta un’area.

Progetti, idee, reti e collaborazioni: il Fermano il 2017 lo ha aperto bene. Avanti così, senza farsi prendere dalla frenesia, senza pensare che da soli si possa fare meglio e soprattutto ottenere di più.

* direttore www.laprovinciadifermo.com - presidente Cronisti Marche - @raffaelevitali - redazione@laprovinciadifermo.com - facebook/raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Loira ricorda il carabiniere Beni

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.