04302017Dom
Last updateDom, 30 Apr 2017 8am

facebook gplus 32 twitter  RSS icon

VTEM Banners

Editoriali

Il nuovo anno in una parola: psicosi

raffondinocolori

* Quando vivi convinto che qualcosa è sempre peggio di quello che è, sei destinato a perdere la serenità. E questo sta accadendo a più livelli. La parola con cui il 2017 si è aperto è: psicosi.

Psicosi sanitaria. Ma non è che rischieremo di prenderci la meningite? Questa domanda è transitata nella maggior parte dei cervelli italiani e fermani. Perché non conoscendo la malattia, il dubbio ti assale. Anche se tutti i deputati a parlare, medici e direzioni sanitarie, ti spiegano che non c’è rischio e, soprattutto, non c’è emergenza. Ma ormai la psicosi è decollata, stimolata dai dibattiti social e dalle chat di whatsapp. Informare si può, ma poi tutto dipende da chi legge e ascolta.

Psicosi da neve. Arrivano i primi bollettini meteo e cresce l’apprensione. Il problema è che questa cresce a due livelli: tra i cittadini e tra gli amministratori. E una alimenta l’altra. Come se il gelo e i fiocchi non fossero mai esistiti prima di Facebook. Per i secondi la risposta, più che sui social, è nell’azione, con i mezzi pronti, i sacchi di sale preparati e una corretta informazione. Ma il problema resta tra i primi, i cittadini, che si fanno domande su ogni aspetto della vita, quasi che il polo nord si fosse trasferito tra costa e monti fermani. E così il sindaco scrive e il cittadino è contento, ma poi ricomincia ad aver paura e il circolo riparte, perdendo la mini certezza acquisita.

Psicosi da sicurezza. Ed è forse la più fondata. Perché iniziare l’anno con un paio di pesanti furti in aziende, rapine, spaccio di droga e qualche incendio di troppo di attività non fa ben sperare. E questo nonostante l’impegno incessante delle forze dell’ordine de dei vigili del fuoco. Sono tutti sotto organico e così è difficile prevenire, ma per fortuna le abilità spesso portano a punire. Come accaduto per alcuni reati compiuti nelle ultime ore. Per vincere quest’ultima psicosi il pallino è nelle mani del Governo. Ha promesso una questura e quindi uomini dopo l’omicidio di Emmanuel. Ma nulla più si è saputo. Chissà che la ‘sopravvivenza’ della Provincia, dopo il fallimento del referendum non ridia speranze al piccolo e ricco, ma non così paradisiaco, territorio fermano.

Psicosi, parola chiave da mettere quanto prima in un cassetto. Perché se aiuta ad alzare il livello di attenzione, poi diventa un limite. Per tutti.

* direttore www.laprovinciadifermo.com - presidente Cronisti Marche - @raffaelevitali - redazione@laprovinciadifermo.com - facebook/raffaelevitali

VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners
VTEM Banners

Fermana, invasione di gioia in sala stampa

Bookmakers bonuses with www gbetting.co.uk site.